DECONTRIBUZIONE PER LE LAVORATRICI MADRI

La legge di Bilancio ha introdotto una misura a supporto delle lavoratrici madri.

Andiamo a vedere nello specifico la disciplina.

Per i periodi di paga dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2026, si introduce un esonero totale (100%) dei contributi previdenziali a carico delle lavoratrici madri di tre o più figli con rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, part time o con contratti di somministrazione a tempo indeterminato o di apprendistato fino al compimento del diciottesimo anno di età del figlio più piccolo, nel limite massimo annuo di 3.000 euro riparametrato su base mensile. 

Solo per l’anno 2024, l’esonero in commento è riconosciuto anche alle lavoratrici madri di due figli con rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato , fino al mese del compimento del decimo anno di età del figlio più piccolo. 

Il riferimento, in entrambe le suddette fattispecie, è alle donne lavoratrici dipendenti del settore privato e del settore pubblico con contratto a tempo indeterminato.

Riassumendo, possono accedere a questo beneficio le madri: lavoratrici dipendenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato; con tre o più figli, fino al compimento del diciottesimo anno di età del figlio più piccolo oppure con due figli, fino al mese del compimento del decimo anno di età del figlio più piccolo (in via sperimentale).

Per i periodi di paga dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2026 nel caso suddetto di madri con almeno tre figli e per i periodi di paga dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2024 nel caso suddetto di madri con due figli; nella misura del 100% dei contributi previdenziali; nel limite massimo annuo di 3.000 euro riparametrato su base mensile; 

Quindi ti consiglio di copiare questo articolo ed inviarlo al tuo staff per valutare se hanno i requisiti. 

Se, invece, sei una dipendente, hai letto l'articolo e hai i requisiti per godere di questo esonero scarica il modulo cliccando sul pulsante qui sotto e inviacelo compilato via email per godere dell'esenzione.